Serie B, per Magalini al Bari è ancora tutto da vedere: il Catanzaro ha il contratto in mano…

Serie B, clamoroso intreccio tra Catanzaro e Bari per il Ds Giuseppe Magalini: ha già firmato il prolungamento del contratto con i calabresi, ma adesso vuole andare via

CalcioWeb

C’era una volta un mondo del calcio in cui le strette di mano valevano più di una firma sul contratto. Poi c’è stata un’era, contemporanea ma ormai superata, in cui contavano solo le firme su quei pezzi di carta. Adesso pare che anche quelle non valgano più nulla, se è vero – com’è vero – che tra le big della serie B c’è un Direttore Sportivo che un contratto l’ha firmato e adesso non intende onorarlo. E’ il caso di Giuseppe Magalini, Ds del Catanzaro, che due mesi fa ha rinnovato il contratto con il club calabrese apponendo la firma con l’accordo di depositare il contratto nel mese di Giugno. Quel contratto è nelle mani del presidente Floriano Noto, che depositandolo bloccherebbe il Ds anche per la prossima stagione. Magalini, però, dopo la fine del campionato, anziché lavorare sodo per la propria società ha iniziato a guardarsi intorno.

Negli ultimi giorni ha ceduto alle lusinghe del Bari, che ha una proprietà molto forte e ha messo sul piatto un’offerta economicamente vantaggiosa. Magalini, però, non ha condiviso questo percorso – professionalmente anche comprensibile – con il Catanzaro e adesso si rischia una rottura al veleno. Il club giallorosso chiede al Ds di assumersi le proprie responsabilità: se vuole andare a Bari, faccia pure ma rinunci a qualcosa. In sostanza, se il Bari vuole Magalini deve pagare come se rilevasse il cartellino di un calciatore. Perchè di fatto Magalini è sotto contratto con le Aquile, che dovranno avere un valido motivo per liberarlo.

Il Presidente Floriano Noto riuscirà nell’impresa di ottenere una plusvalenza persino dal Ds? L’intreccio è tutto da sbrogliare, e poi inizierà la vera partita. Davvero il progetto del Bari è più solido di quello del Catanzaro? Noi non ne siamo affatto convinti.

Condividi