Delneri: “Emozionato per l’esordio al Ferraris”

Sensazioni per l’esordio al Ferraris? Avverto emozione e voglia in questo primo passo. Il pubblico può darci la forza e il coraggio di andare a combattere. Sono tifosi formidabili a dare la scossa, verso i quali ho portato, e ritengo ottenuto, rispetto“. Il tecnico del Genoa Luigi Delneri fotografa così le sue sensazioni per la prima davanti al suo nuovo pubblico nella sfida che vedrà i rossoblu impegnati contro la Fiorentina. “Le assenze non costituiscono un alibi, ci sta che si debba ricorrere ai giovani e alla loro spregiudicatezza. L’obiettivo è uscire dal campo con la consapevolezza di aver dato il massimo. Firmerei per il comportamento di Milano, – prosegue l’allenatore del Genoa- con più capacità di trovare profondità in attacco. La Fiorentina è la squadra più in forma, insieme a Inter e Juventus, ha doti di palleggio e in Montella un tecnico bravo e giovane, con l’esperienza di quando era un giocatore attento e ricettivo“. “E’ una partita complicata, – sottolinea Delneri – l’abbiamo preparata tentando di correggere gli errori. La Fiorentina sta dimostrando valori importanti e gioca un bel calcio, anche se sinora espresso più in casa che fuori. Dovremo correre per andare dietro a una formazione così. Noi ambiamo a migliorarci attraverso il lavoro nella fisicità, nell’applicazione, nella reattività. Nel mio vocabolario non esiste il fuorigioco fine a se stesso, semmai è la conseguenza di movimenti per non schiacciarci in area in fase di non possesso. Tornando alle assenze, il calcio è fatto per mettere in campo delle idee. E chi va dentro deve porsi il traguardo di meritare una societa’ e una piazza così. Si può andare a combattere, e pure cambiare modulo sebbene sia restio perchè, all’inizio, crea confusione. Nella vita però mai dire mai“.