Inter-Partizan, bloccati 300 tifosi serbi

La polizia serba ha bloccato ieri sera a Belgrado 300 tifosi del Partizan in procinto di partire per Milano a bordo di quattro pullman per assistere alla partita di Europa League con l’Inter. Come riferiscono i giornali, si tratta di elementi della tifoseria più estremista e violenta della squadra belgradese, denominati ‘zabranjeni’ (vietati), nemici dichiarati dei ‘grobari’ (becchini), che costituiscono la grande maggioranza dei tifosi del Partizan. Le due tifoserie contrapposte sono state protagoniste a più riprese in passato di violenti scontri a Belgrado, in occasione di incontri di calcio e basket del Partizan. La polizia è intervenuta a bloccarli per evitare che a Milano ‘zabranjeni’ e ‘grobari’ si scontrassero fra loro. Al momento dell’intervento della polizia davanti al Centro Sava, nel quartiere residenziale di Novi Beograd, i tifosi hanno opposto resistenza agli agenti, affermando di essere in possesso di regolare biglietto per la partita e anche del voucher dell’hotel. Dopo qualche scaramuccia, i trecento facinorosi sono stati fermati e identificati dalla polizia che ha impedito loro di partire per l’Italia.