Allegri taglia corto: “Guardiola? Non m’interessa”

E’ un Massimiliano Allegri parecchio carico quello che si è presentato in conferenza stampa, alla vigilia del big match contro la Juventus. Nonostante tutto, verrebbe da dire, vista la nonchalance con cui Silvio Berlusconi, qualche ora fa, ha parlato di Guardiola (“Cercheremo di ingaggiarlo ma non sarà facile“). A tal proposito, il tecnico toscano, non è apparso affatto preoccupato: “Non mi interessa commentare la cosa. Purtroppo non sono io a decidere chi allenerà il Milan la prossima stagione e nemmeno voglio pensarci. Dobbiamo pensare solo alla partita contro la Juventus. Quanto a Berlusconi, per ora il Presidente ci è vicino come mai in passato“.

Arriva quindi il momento di parlare dei bianconeri: “E’ una partita molto importante, ed un risultato positivo cancellerebbe parecchie cose che non sono andate bene negli ultimi tempi. Sarebbe bello soprattutto perchè riaccenderebbe l’entusiasmo dei nostri tifosi. Quanto alla classifica, siamo in ritardo, ci vorrà tempo per risalire“. Immancabile una battuta sullo scontento Pato: “Dopo tutto quello che gli è capitato serve pazienza, e lui questo deve capirlo. Parlare di una sua cessione mi sembra davvero prematuro“.

Si torna quindi sull’argomento Juve: “Sappiamo di affrontare la squadra più in forma del campionato. Sono reduci da una grande prestazione in Champions, e godono di grossa autostima. Certo non sarà facile affrontarli. Non marcheremo Pirlo a uomo, non l’ho fatto l’anno scorso, non lo farò adesso. Non credo che Conte mancherà più di tanto alla squadra, senza di lui stanno facendo comunque grandissime cose, ancora meglio dello scorso anno. Forse a lui manca il campo, quello sì. Il goal di Muntari? Se n’è parlato abbastanza, adesso non è più il caso. Lo racconterò ai miei nipoti“.

Un cenno quindi alla formazione che scenderà in campo: “Non ho ancora deciso nulla, può darsi che cambi qualcosa. Robinho potrebbe partire dal primo minuto, mentre Mexes e Constant hanno recuperato e stanno bene. Prenderò comunque una decisione definitiva solo domattina“.