Fabregas e il passaporto “galeotto”

Cesc Fabregas è rimasto bloccato per due ore all’interno dell’aeroporto di Mosca, dove era atterrato con i compagni di squadra in vista della trasferta di Champions League che vedrà il Barcellons sfidare lo Spartak.

Il problema è sorto in seguito ad un visto di uscita “difettoso”, non segnato secondo regolarmento dall’addetto al servizio dell’aeroporto di Panama, dove Fabregas si era recato la scorso settimana per un’amichevole disputata con la Spagna.

Dopo ben due ore il problema è stato risolto grazie al solerte lavoro di Alvaro Mallafrè, responsabile della sicurezza della prima squadra. Così, dopo due ore passate a sedere sul pavimento dell’aeroporto, Cesc ha potuto finalmente raggiungere i compagni di squadra in Hotel.