Inter: non solo Milito, Cassano e Palacio

Il successo di Juventus-Inter è tutto  di Andrea Stramaccioni. Il giovane tecnico nerazzurro, dopo le incertezze iniziali, ha capito che lo schieramento adatto per i suoi uomini è quello che sta attualmente adoperando, con 8 uomini dietro la linea della palla e 3 assi in fase offensiva, in grado di cambiare le sorti di una partita da un momento all’altro. È così che l’Inter di Strama si ritrova al secondo posto ad una sola lunghezza dalla Juventus capolista. Cassano, Palacio e Milito sono tre punti di riferimento sui quali tutto il resto della squadra sa di poter contare, ma la vera forza dell’Inter sta in gente come Cambiasso, Zanetti e Samuel, i soliti nomi insomma. Sia il difensore argentino ex Roma, che Ranocchia si sono però infortunati e dovranno saltare almeno due match di campionato, oltre alla trasferta di Belgrado in programma domani sera. Vedremo cosa si inventerà l’allenatore, ma è molto probabile l’utilizzo di Esteban Cambiasso sulla linea dei difensori.