Mazzarri: “Non siamo dipendenti da Cavani, è solo un periodo sfortunato”

Alla vigilia della sfida decisiva, per il Napoli, contro il Dnipro, ha parlato Walter Mazzarri. Il quale ha tenuto a ribadire un concetto ben preciso: “Mi si rimprovera sempre l’uso eccessivo di turnover in Europa League. A parte che io turnover totale non l’ho mai fatto, e però ci dobbiamo rendere conto che abbiamo 7 punti in più in campionato rispetto all’anno scorso. Un risultato che difficilmente avremmo potuto ottenere senza turnover“.

Mazzari è comunque deciso a vincere il match che sarà fondamentale per il prosieguo in Europa League: “Domani faremo di tutto per portare a casa i 3 punti. Manderò in campo la formazione che ritengo più adatta a centrar l’obiettivo. Ci saranno anche Vargas ed Aronica dal primo minuto“.

A proposito di Aronica, che ha sul groppone il pareggio segnato in extremis dal Torino domenica scorsa, ecco il commento dell’allenatore toscano sull’attuale situazione che sta vivendo la sua squadra: “Non ci dice particolarmente bene in questo periodo, passerà. Contro i granata ci ha puniti l’errore di un calciatore, ma eravamo riusciti a vincere la partita, pur tra qualche difficoltà“.

E a chi parla di una Cavani-dipendenza, Mazzarri risponde così: “Non è vero che dipendiamo esclusivamente dai goal di Edinson. Certo, nessuno nega che sia Cavani il nostro bomber principe, ma andare a rete è anche peculiarità di Hamsik e Pandev, e presto vedrete decisivo, in tal senso, anche Insigne“.

Infine, ecco le parole dell’ex tecnico di Reggina e Samp sull’intervento in angioplastica effettuato lo scorso lunedì: “So che siamo uomini di spettacolo, ma penso che la vita privata debba rimanere tale. Lunedì può anche darsi che io sia stato a fare un giro. Ad ogni modo sto bene, e sentire l’affetto di tanta gente mi ha fatto molto piacere“.