Quello strano incrocio tra Roma e Sicilia nel segno del poker, in vista del derby

La Lazio prende 4 gol dal Catania al Massimino, la Roma ne fa 4 al Palermo all’Olimpico: è questo il responso dell’11^ giornata del campionato di serie A, che lancia Roma e Catania nella corsa all’Europa mentre frena e ridimensiona la Lazio e respinge il Palermo in piena zona retrocessione. Non è un incrocio indifferente, quello tra le romane e le siciliane, in vista del sentitissimo derby della prossima settimana: domenica si gioca Lazio-Roma, una gara sentitissima nella capitale ma anche fondamentale per il cammino delle due squadre capitoline nella corsa verso i primi posti della classifica. Chi vincerà, rinforzerà il 5° posto avvicinandosi minacciosamente alla Fiorentina che sarà impegnata nella difficilissima partita contro il Milan rilanciato dalla bella vittoria sul Chievo.
Per quanto riguarda le Siciliane, invece, i risultati di ieri sono metafora del cammino di Palermo e Catania in serie A: i rosanero, dopo aver sfiorato la Champions League tre stagioni fa, sono crollate e l’anno scorso hanno conquistato la salvezza a pochi turni dalla fine del campionato. Anche quest’anno dovranno lottare con le unghie e con i denti fino alla fine per non retrocedere. Al contrario gli etnei, alla 7^ stagione consecutiva nella massima serie, si stanno sempre più affermando nei quartieri alti della classifica, forti di una struttura societaria molto solida e competente che rappresenta una garanzia per il futuro. E se su Roma e Lazio pesano tante incognite, con l’unica certezza del grande spettacolo tra Zeman e Petkovic, il calcio siciliano ha una grande certezza. Ed è rossoblù.