Iachini: “Tra Tevez e Dybala scelgo il secondo. Vazquez? È un po’ come Baggio e Del Piero”

Beppe Iachini, in una lunga intervista al “Corriere dello Sport”, ha parlato anche dei suoi ex pupilli quando, ancora, era sulla panchina del Palermo

L’ex tecnico del Palermo, Beppe Iachini, nel corso di una lunga intervista rilasciata al “Corriere dello Sport”, ha parlato anche del suo ex numero 9, Paulo Dybala, oggi punto di forza della Juventus di Massimiliano Allegri:  “Io e Zamparini eravamo in sintonia su di lui – ha detto Iachini – . Quando sono arrivato a Palermo, l’ho schierato da seconda punta con Hernandez centravanti. Più ci ho lavorato e più ho capito che stando vicino alla porta mostrava maggiore talento. Più passava il tempo, più avevo in testa di farlo giocare da prima punta. Paulo gioca di palleggio, di possesso, volevo portarlo a ridosso dei centrali avversari. Tra Tevez e Dybala io voto Dybala senza dubbi. Non sapremo mai se Tevez a vent’anni avrebbe avuto lo stesso impatto nella Juventus. Paulo è un ragazzo maturo, se avessi una figlia gliela darei in sposa. Quando sono stato esonerato, mi ha mandato un messaggio di vicinanza”.

Iachini, però, ha parlato anche di Franco Vazquez, da tempo nel mirino del Milan di Sinisa Mihajlovic: “Vazquez, a mio avviso, è una seconda punta. Il Palermo gli ha rinnovato il contratto. Franco è uno ‘alla Baggio’, ‘alla Del Piero’: non sono trequartisti ma più seconde punte”.

A proposito del futuro, invece, l’ex allenatore rosanero ha detto: “In A o in B? Penso di aver fatto la mia gavetta, mi sento molto più forte. A Palermo abbiamo giocato un bel calcio e ottenuto record”.