Zenga: “Prima di mandare via Spalletti ci penserei due volte. E su Allegri, Gattuso e Sarri…”

CalcioWeb

Walter Zenga, grande ex dell’Inter, intervistato da Radio Onda Libera, ha detto la sua sulla situazione delle panchine. In particolare, l’ex portiere della Nazionale ha parlato di Luciano Spalletti: “Ci penserei due volte prima di togliere Spalletti che per due anni di fila ha portato l’Inter in Champions sapendo di fronteggiare una Juve ammazza-campionato e un Napoli comunque forte, anche se quest’anno ha fatto meno bene pur con un allenatore eccellente come Ancelotti che ha fatto del suo meglio”. Zenga ha fatto un bilancio della stagione dell’Inter: “C’è l’amaro per l’eliminazione dall’Europa League e dalla Coppa Italia dove poteva fare di più, e per il modo con cui è uscita dalla Champions. Ci sono stati gli alti e bassi, però la classifica premia i nerazzurri”. Un punto anche sulla situazione in casa Juventus: “Se Allegri resta o no? Non lo so, è difficile parlare da fuori. Allegri ha fatto benissimo e può continuare a fare benissimo anche altrove. La Juve farà ciò che riterrà meglio per sé”. Capitolo Milan, con le voci sui possibili arrivi di Di Francesco e Simone Inzaghi: “Gattuso ha fatto un grandissimo lavoro e ha interpretato bene lo spirito Milan. A un certo punto – ha proseguito Zenga – si è inceppato qualcosa, ma di un allenatore bisogna vedere quanto fa crescere la squadra”. Si pensava a un ritorno in Italia di Sarri che invece ha dichiarato di voler restare in Inghilterra: “Ci sono meno pressioni in Premier League? Le pressioni ci sono eccome, soltanto che è diverso il modo di essere sotto pressione. Si gioca ogni tre giorni, si è sempre in campo e si allena diversamente. Ma i tecnici – ha aggiunto – vengono criticati lo stesso se non arrivano certi risultati”.

SEGUI CALCIOWEB PER LE ULTIME NOTIZIE IN TEMPO REALE

Per le squadre –> Tutte le notizie sulla Serie A

Condividi