Cessione Sampdoria, Gazzetta dello Sport: “Ballano 10 milioni fra Ferrero e gruppo Vialli”

Cessione Sampdoria, le ultime direttamente dalla Gazzetta dello Sport: 'ballano' circa 10 milioni di euro tra domanda e offerta

Uno dei temi caldi di questo periodo, tra i pochi che esulano dal calciomercato, è quello relativo alla cessione della Sampdoria. La trattativa va avanti da mesi, tra avvicinamenti, smentite, rialzi sul prezzo, confessioni e chi più ne ha più ne metta. Il gruppo Vialli è quello che più si è avvicinato ad acquisire la società blucerchiata, ma ‘balla’ qualcosa tra domanda e offerta.

Cessione Sampdoria, la confessione di Ferrero: “Me ne danno 140”. Ma poi smentisce: “Magari…”

E’ la Gazzetta dello Sport odierna a svelarlo, parlando di 10 milioni di differenza tra la proposta di Ferrero e l’offerta dei nuovi investitori: “L’accordo non c’è ancora – si legge – Il presidente Massimo Ferrero ha fissato da tempo  il valore reale del club blucerchiato a quota cento milioni, bonus compresi. L’ultimo rilancio della CalcioInvest LCC, la cordata di investitori internazionali guidata dai finanzieri Jamie Dinan e Alex Knaster, insieme all’ex bomber sampdoriano Gianluca Vialli, ha portato l’offerta a una novantina di milioni, compresi i venti milioni garantiti dall’ex presidente Edoardo Garrone. Una vicenda, insomma, tutt’altro che conclusa, a dispetto di un eccessivo ottimismo che filtra da ambienti genovesi. Il presidente della Samp nel frattempo rimane alla finestra. Attende un passo avanti (ancora possibile) del gruppo finanziario Aquilor. Ma non si può escludere che – oltre a questi due soggetti forti – escano allo scoperto anche altri pretendenti potenzialmente interessati al brand Sampdoria. E, questa, rappresenta una variabile assolutamente imprevista sino ai giorni scorsi“.