Milan, il bilancio di Boban sul mercato: Rebic, Correa e Modric

Il punto sul calciomercato del Milan, parla Boban, gli ultimi aggiornamenti, sessione non entusiasmante dei rossoneri

“Il Milan non puo’ vivacchiare a meta’ classifica. Questa societa’ merita di stare in alto. Io e Maldini siamo qui per questo. I milanisti aspettano da tempo e noi non vogliamo attendere tanto prima di fare grandi cose. Ma abbiamo iniziato un percorso graduale. Di certo non si puo’ tornare grandi in un solo colpo. Servono lavoro e programmazione. Puntiamo sui giovani per filosofia aziendale ma ogni tanto serve qualche elemento di esperienza. Siamo convinti che i nostri acquisti saranno il futuro del club; un giocatore da 100 milioni da solo non ti cambia la squadra”. Sono le dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport di Zvonimir Boban, Chief Football Officer del Milan. “E’ stata una sessione pesante, spero che la Fifa accorci un po’ i tempi. Con queste date si stressano le squadre e i loro allenatori. I giocatori vanno e vengono. Rebic ha tanto carattere e tanta forza; in piu’ sa giocare in diversi ruoli. Lo si puo’ schierare nelle due punte o altrove. Siamo felici che sia con noi perche’ e’ un ragazzo serio, che e’ cresciuto tanto tecnicamente negli ultimi anni“, ha aggiunto Boban.

“Correa? Non abbiamo trovato le giuste condizioni economiche. Abbiamo una buona rosa, si vedra’ con il tempo se abbiamo lavorato bene o male. In squadra ci sono giocatori che diventeranno importanti. Modric? Lui e’ un grande milanista, un giocatore straordinario; pero’ era impossibile prenderlo. Non siamo mai arrivati a fare discorsi concreti. Non voleva lasciare il Real dopo una brutta stagione”, ha concluso il dirigente rossonero.