Ventura spiega così il flop con la Nazionale: “dopo il 2006 c’è stata confusione”

L'ex Ct della Nazionale Ventura spiega il flop sulla panchina dell'Italia

L’allenatore della Salernitana Gian Piero Ventura torna a parlare della Nazionale dopo il flop della mancata qualificazione ai Mondiali in Russia del 2018. “Credo che questa Nazionale, con questo gruppo, possa aprire un ciclo per i prossimi otto anni ed e’ l’augurio che faccio”, sono le dichiarazioni durante un convegno all’Universita’ degli Studi di Salerno, rispondendo a uno studente che gli chiedeva cosa mancasse all’attuale Nazionale. “Non c’e’ mai una risposta, ci sono piu’ risposte”, ha detto il tecnico ligure, spiegando che a suo parere “dopo la vittoria del 2006 c’e’ stato un po’ di confusione, nel senso che c’era sempre qualcosa ma mancava sempre qualcosa”. Ventura è però “estremamente fiducioso” per la situazione attuale, ammettendo di essere “tifoso della Nazionale” in quanto “per chi viene dalla mia generazione la maglia azzurra e’ qualcosa di assolutamente unico e importante. L’Italia è assolutamente convinto che l’Italia sia sulla strada giusta” in quanto “c’e’ un’infornata di giovani straordinari che stanno facendo per la prima volta anche esperienze in campo internazionale e quindi hanno la possibilita’ di confrontarsi e di crescere molto piu’ velocemente rispetto a giocare solo nel campionato italiano”.