Gresko e le peripezie con l’Inter: “Quel 6 maggio rischiò di prenderle, lo salvò la polizia…”

L'ex calciatore nerazzurro Gresko si rese protagonista di un episodio particolare il 6 maggio, il giorno dopo quel 'tragico' 5 maggio per ogni interista

CalcioWeb

E’ il passatempo di calciatori, e vip in generale, in tempi di quarantena: la diretta Instagram. Protagonisti anche i due ex calciatori dell’Inter Nicola Ventola e Lele Adani. Il primo ha risposto a qualche domanda del secondo, rivelando alcuni retroscena di quando era in nerazzurro

In particolare, il ‘tragico’ giorno dopo il 5 maggio e i rischi dell’ex compagno Gresko: “Il 6 maggio – riporta fcinter1908 -il giorno dopo il famoso 5 maggio, se ne andò a fare shopping in centro a Milano. L’ha salvato la polizia, altrimenti le prendeva. Ma come si fa a fare shopping il sei maggio?”.

Poi l’attenzione si sposta sui veterani della squadra: Rompiscatole? All’Inter ce n’erano tre: Seedorf, Di Biagio e Materazzi. Di Biagio, in particolare, quando sbagliava dava sempre la colpa a te. Mi ricordo poi quando arrivai, nel 1998-1999, che era l’ultimo anno di Bergomi. Quante me ne diceva, mi massacrava… Ma non riuscivo a capire. Venivo da una buona famiglia ma ero giovane. Non siamo pronti a vent’anni per avere tutto quel successo, arrivo all’Inter prime cinque partite, cinque gol: 3 in Champions League. Non capisci più niente”.

Cassano senza freni: “Quante gliene ho fatte passare a Capello… Guardiola? Quella volta a Monaco…”

“Mio padre mi abbandonò. A sei anni fumavo sigarette e rubavo caramelle nei negozi”: Milik si racconta

“Scudetto ’81 ci fu tolto da Bergamo, che era designatore ai tempi di Calciopoli”: accuse dell’ex Roma Falcao

Lippi tra Coronavirus e ricordi: “Ripartire dalla 26ª giornata. Quando Gattuso disse ‘ma dove c***o volete andare?’”

Condividi