Cessione Roma, Friedkin si rifà sotto: pronta un’operazione da 90 milioni

Cessione Roma - Friedkin, seppur non con i ritmi intensi di questo inverno (almeno per ora), riprende a trattare con Pallotta

Cessione Roma – L’illusione della chiusura. Prima della pandemia, la Roma era molto vicina ad avere un nuovo proprietario. Poi si ferma tutto, causa Coronavirus, e così anche le trattative per il passaggio di consegne da Pallotta a Friedkin. Per qualche giorno, anche la paura che tutto potesse definitivamente saltare, con un'”assenza” da parte del magnate texano. Che però, adesso, si rifà sotto: non i ritmi intensi di questo inverno – perlomeno non ora – ma quantomeno una discussione che riprende interesse.

Ad affermarlo è il Corriere dello Sport, che parla anche di cifre: “Se prima aveva stanziato 710 milioni virtuali – si legge – comprensivi dei debiti del club ora saliti a 278 milioni e di una quota di aumento di capitale, adesso è pronto a pagarne circa 220 liquidi, assumendosi ancora gli oneri debitori, più 90 milioni da calare sul tavolo per una ricapitalizzazione da effettuarsi probabilmente già nel 2021, quando sarà scaduta quella deliberata dal Cda di Pallotta”.