Bufera sul Dortmund, la società ‘bacchetta’ 6 calciatori: violato il protocollo, il motivo

6 calciatori del Borussia Dortmund sono finiti nel mirino per aver violato il protocollo: la motivazione e la ricostruzione

La pandemia da Coronavirus, perlomeno in Europa, sembra vivere la sua fase discendente. Regole meno rigide, vista la situazione più rassicurante, ma alcune da mantenere ancora con attenzione e cura: come, ad esempio, l’uso delle mascherine. Non utilizzarla nei luoghi pubblici chiusi, in alcuni paesi, equivale a violare il protocollo. Ed è quello che è accaduto in Germania, dove 6 calciatori del Borussia Dortmund sono finiti nel mirino. Motivo? Hanno invitato il parrucchiere a casa, ma questi non ha usato la mascherina.

A rivelarlo è la Bild, la quale spiega che Hazard, Witsel, Guerreiro, Akanji, Zagadou e Sancho si sono fatti ritoccare il capello dal parrucchiere Winnie Nana Karkari, come detto senza mascherina. Il tutto è stato poi anche documentato dalle foto pubblicate dai giocatori sui social. Il Borussia non ha preso bene la notizia, ma ha difeso comunque pubblicamente i suoi atleti: “È abbastanza normale che i nostri ragazzi debbano tagliarsi i capelli – le rivelazioni alla Bild  – dopo tutti questi mesi. È però certamente sbagliato il fatto che non siano state indossate le mascherine. Ricorderemo la cosa molto chiaramente ai nostri giocatori. Inoltre, anche il parrucchiere dovrebbe rivedere il suo comportamento”.