Barcellona, ora Bartomeu alza la voce: il presidente esce allo scoperto su Messi e i presunti problemi

Joseph Bartomeu a tutto campo: il presidente del Barcellona ha parlato di Messi, di Lautaro Martinez e dei presunti problemi in società

Alla fine ha deciso di parlare. Il presidente del Barcellona Bartomeu ha rilasciato una lunga intervista a RAC1, la principale emittente radiofonica della Catalogna. Lo ha fatto per mettere a tacere le “malelingue” sui presunti problemi in casa blaugrana, con susseguente questione Messi. Ha parlato, poi, anche di Xavi e Lautaro Martinez. Ecco alcuni passaggi dell’intervento.

Non ho mai considerato le dimissioni. Anzi, è tempo di rimboccarci le maniche e lavorare sodo. Le notizie di queste ultime settimane? Siamo pronti a querelare. Il Barcellona non ha nulla a che fare con problemi di soldi, con mani nelle casse. Molti tweet che sono stati pubblicati dicono falsità: abbiamo la coscienza a posto, noi”.

Messi? Resterà qui, ha un contratto fino al 2021 ma abbiamo l’obbligo di rinnovarlo. Vuole finire la carriera qui, l’ha detto. Lautaro Martinez? Ne parleremo alla fine della stagione, ora pensiamo al campionato. Stessa cosa anche per Neymar, ma è improbabile che il suo arrivo possa verificarsi, vista la situazione economica dei club in Europa. Lo scambio Pjanic-Arthur è stato prima di tutto per una questione sportiva, non di bilancio. È eccezionale che un giocatore si veda ufficializzato nel mezzo della stagione. Ma questo è un periodo particolare. Xavi? È un grande allenatore e un giorno sarà qui. E farà benissimo”.

“Cristiano Ronaldo e Messi insieme alla Juve”, lo scoop scatena la fantasia dei tifosi: come sarebbe l’11 da paura [FOTO e NOMI]