Andrea Agnelli lancia l’allarme: perdite di 4 miliardi in 2 anni a causa della pandemia

Il presidente della Juventus Andrea Agnelli ha lanciato l'allarme per il futuro dopo l'emergenza Coronavirus. Tutti i dettagli

Il calcio deve fare i conti con i problemi dal punto di vista economico, la crisi si è accentuata dopo l’emergenza Coronavirus. Gravi perdite anche dal fronte dei diritti tv, soprattutto da Champions e Europa League. “Sono tutti soldi che non verranno distribuiti”, ha dichiarato il presidente della European Club Association Andrea Agnelli in un discorso ai circa 250 club membri durante l’assemblea: si prevede un calo delle entrate di 4 miliardi di euro nei prossimi due anni.

“Siamo in procinto di finalizzare i conti con la UEFA con una riduzione di circa 575 milioni (euro) per le competizioni internazionali per club”, il riferimento è agli sconti per le emittenti.

L’assenza del pubblico rappresenta un vero e proprio macigno. “Non è solo l’atmosfera che lo sport genera, è anche il completo annullamento di una fonte di entrate molto importante per tutti”, ha ricordato Agnelli nel suo discorso. “Non siamo nella posizione di fornire alcuni dei diritti che abbiamo promesso. Sono abbastanza sicuro che vedremo una ridiscussione (degli accordi, ndr) anche per questo”.