Francesco Antonioli, dal record sui rigori a campione del Milan senza presenze fino all’aneddoto su Galliani

Si rinnova il classico appuntamento con la nostra rubrica "L'uomo del giorno". Protagonista di oggi è Francesco Antonioli, ex portiere italiano

Francesco Antonioli, nato a Monza il 14 settembre del 1969, compie oggi 51 anni. Nel corso della sua carriera ha conquistato tre scudetti, due Supercoppe e una Coppa Intertoto; ha inoltre fatto parte, senza scendere in campo, della rosa del Milan vincitore di due Coppe dei Campioni, una Supercoppa UEFA e una Coppa Intercontinentale tra il 1988 e il 1990. Al suo attivo anche un campionato italiano di Serie B e una Coppa Italia Serie C. È stato a lungo titolare della nazionale Under-21, con cui ha conquistato il campionato Europeo del 1992; nello stesso anno, sempre da titolare, ha partecipato ai Giochi olimpici di Barcellona. Con la nazionale maggiore non ha disputato alcun incontro, ma ha preso parte come secondo portiere all’Europeo del 2000, concluso al secondo posto. Tante le maglie vestite nel corso della sua vita calcistica: Monza, Milan, Cesena, Modena, Pisa, Reggiana, Bologna, Roma, Sampdoria, alcune anche per diverse volte. Attualmente è preparatore dei portieri del Cesena.

Vanta 18 rigori parati nel corso della sua lunga carriera, ha giocato sino a 43 anni. L’ex portiere del Milan di Sacchi, Davide Pinato su ‘Calcio2000’ ha ricordato un aneddoto che lo lega ad Antonioli: “Al Monza ci alternavamo io e Antonioli. Galliani, che era stato dirigente al Monza, ci conosceva da tempo. Era venuto per prendere Antonioli poi prese anche me, anche se io ero più vecchio di quattro anni”.