Napoli, Gattuso è una furia nello spogliatoio: urla e pugni al muro, i calciatori in lacrime

L'allenatore del Napoli Gennaro Gattuso non ha gradito la sconfitta in campionato con lo Spezia. Furia nello spogliatoio contro la squadra

Il tecnico del Napoli Gennaro Gattuso ha perso la testa nello spogliatoio al termine della partita del campionato di Serie A contro lo Spezia. Stagione troppo altalenante per gli azzurri che hanno perso tantissimi punti per strada, contro squadre nettamente inferiori dal punto di vista tecnico. Il Napoli occupa la sesta posizione nel massimo torneo italiano ma deve recuperare la partita contro la Juventus, l’occasione è quella di accorciare dalla vetta ma la sfida non è certamente delle più facili, i bianconeri sono infatti reduci dall’entusiasmante blitz in trasferta contro il Milan nello scontro per lo scudetto.

Gattuso perde la testa nello spogliatoio

Gattuso
(Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

L’allenatore Gennaro Gattuso si sarebbe infuriato al termine della partita contro lo Spezia. Il tecnico azzurro non ha gradito la prestazione della squadra, ma soprattutto l’atteggiamento. Secondo quanto riporta ‘Il Corriere dello Sport’ ha perso la testa contro i calciatori, urlandogli contro di tutto e tirando ripetutamente pugni contro il muro. “Non avete gli attributi”, è una frase durissima pronunciata dall’allenatore Gattuso. I calciatori sono sembrati subito mortificati, a qualcuno per il nervosismo e per il dispiacere gli occhi sono diventati rossi. Adesso serve una reazione, a partire dalla gara contro l’Udinese.

Squalificati Serie A, le decisioni del giudice sportivo: stangata al Torino, fermati in 5