Attentato Bruxelles, colpito al petto il presunto attentatore

E' stato "neutralizzato" questa mattina il presunto attentatore di Bruxelles: colpito al petto durante una sparatoria

CalcioWeb

Arrivano notizie positive da Bruxelles, dove l’allarme terrorismo resta altissimo dopo l’attacco di ieri sera, durante il quale un uomo tunisino ha sparato e ucciso due tifosi svedesi a pochi minuti dalla sfida tra Belgio e Svezia valida per le qualificazioni di Euro 2024.

Il presunto autore dell’attentato è stato “neutralizzato” questa mattina dalla polizia in una caffetteria nel quartiere di Schaarbeek, secondo quando riportato dai media belgi. Secondo quanto riferito dal ministro degli Interni belga, Annelies Verlinden, lìattentatore è stato colpito al petto.

La sparatoria è avvenuta in una caffetteria dopo che le autorità hanno ricevuto una segnalazione e si sono immediatamente recate sul posto. All’arrivo della polizia sul posto si è verificata una sparatoria. Sul posto le autorità hanno trovato anche l’arma automatica utilizzata nell’attacco di ieri sera.

Attualmente si stanno analizzando le impronte digitali del sospettato per determinarne l’identità. Secondo i media belgi, l’attentatore è morto in ospedale, nella mattinata odierna, a causa delle ferite riportate nella sparatoria.

Condividi