Squalifica Tonali, fermo 10 mesi: ma serve la collaborazione del Newcastle per la pena alternativa

Tonali si dovrà fermare per 10 mesi, ma non è ancora chiaro come sconterà la pena alternativa: i dettagli sulla squalifica

CalcioWeb

Non c’è ancora l’ufficialità, ma sembra che la Procura Federale e gli avvocati di Sandro Tonali abbiano finalmente trovato un accordo per quanto riguarda la sanzione del calciatore italiano colpevole di aver scommesso su piattaforme illegali, puntando anche sulle sue squadre, Milan e Brescia (sempre vincenti).

10 mesi di squalifica per l’ex rossonero, ma si sta ancora lavorando per definire la pena alternativa. Se Fagioli, oltre i 7 mesi di squalifica dovrà anche seguire un piano terapeutico e fare da testimonial contro il gioco illegale e compulsivo, non è ancora chiaro cosa potrà fare Tonali.

Il calciatore italiano, infatti, milita nel Newcastle, ed è difficile pensare che il club possa consentire a Tonali di viaggiare spesso per scontare la sua pena alternativa. Legali, procura e federazione dunque stanno lavorando per trovare una soluzione, facendo scontare la pena alternativa, probabilmente di 8 mesi, a Tonali in Inghilterra.

L’ufficialità, però, quasi sicuramente non arriverà entro la giornata di oggi e dunque Tonali sarà a disposizione del tecnico del Newcastle per la sfida di Champions League di oggi contro il Borussia Dortmund.

Sembra non ci siano particolari dubbi invece sul fatto che Tonali possa lavorare regolarmente con la squadra durante lo stop.

Condividi