Milan, Berlusconi a 360°: dalle frecciate a Mihajlovic ai milioni che garantirebbe Mr Bee!

CalcioWeb

In occasione dei 30 di presidenza del Milan, Silvio Berlusconi, ha affrontato vari argomenti tra cui il desiderio di avere una squadra tutta italiana. Dichiarazioni importanti su Donnarumma e il giovane Locatelli

Intervistato dai microfoni di “Mediaset Premium”, in occasione dei 30 anni di presidenza del Milan, Silvio Berlusconi ha affrontato molti temi. Ecco quanto riportato da “Milannews.it”:

“Spero che il Milan si possa riprendere. Nessuna squadra può vincere per sempre. Ci sono dei cicli che finiscono. Noi stiamo ricominciando come una squadra di italiani, mi pesa vedere le grandi squadre senza italiani. Io vorrei vedere un Milan tutto italiano. Noi abbiamo la difesa e la mediana tutta italiana, ci mancano gli attaccanti”.

LaPresse - Spada
LaPresse – Spada

Berlusconi poi spende parole al miele per Locatelli e Donnarumma, svelando il desiderio di avere più giovani possibili in squadra: “Il Milan dei giovani? Ci abbiamo puntato: ce ne sono sei con l’arrivo di Locatelli, vedo in lui il nuovo Pirlo. E’ un regista di centrocampo illuminato. De Sciglio è un nazionale e Donnarumma, a 16 anni, è ammirato da tutti e non lascerà il Milan qualunque offerta dovesse arrivare e sarà il portiere del Milan per i prossimi 20 anni. E’ un gran bravo ragazzo, molto solido nel fisico, nella mente e nel carattere e penso che possa essere un simbolo del Milan futuro”.

Il presidente rossonero elogia Bacca, non risparmiando però delle frecciate a Mihajlovic: “Bacca è un bravo ragazzo oltre che un cecchino spietato. A volte è fuori dal gioco, perché il Milan di oggi non pratica a fondo quel diktat di diventare padrone del campo e del gioco e questo è ciò di cui stiamo discutendo con i tecnici, ma quando arriva la palla giusta fa sempre gol”.

In merito a Ibrahimovic, poi Berlusconi dichiara: “Ha classe e potenza: ovunque va vince, ma credo che riceverà offerte dall’America, dai Paesi arabi o dalla Cina per noi impareggiabili”.

L’ex Cavaliere racconta di aver avuto la tentazione in passato di acquistare Diego Armando Maradona: “L’ho avuta, però era diventato una bandiera del Napoli e mi imposi di non comprare le bandiere. Così come ebbi la tentazione di comprare Totti. Mentre Nesta, invece, lo comprai quando fu messo sul mercato”.

Infine su Mr.Bee, Berlusconi dichiara: “Mr Bee ci ha fatto un’offerta molto concreta e interessante per commercializzare il brand, con sponsorizzazioni, scuole calcio, merchandising e questo piano potrebbe garantirci entrate per 100 milioni all’anno. Riteniamo che questa sponsorizzazione potrebbe farci competere con gli altri club che hanno importanti afflussi di capitale”. Inoltre precisa: “Bee si interesserebbe solo della parte commerciale, mentre tutto ciò che riguarda la conduzione sportiva rimarrebbe a noi”.

Condividi