Futre al veleno: “Il Pallone d’Oro ’87 a Gullit? Ci mise lo zampino Berlusconi. E quello assegnato a Modric…”

L’ex fuoriclasse portoghese, Paulo Futre, ha fatto pesanti accuse nei confronti di Silvio Berlusconi riguardo al Pallone d'Oro 1987 vinto da Gullit

Paulo Futre, una delle leggende del calcio portoghese, durante un’intervista al canale Youtube Idolos, è tornato sul suo secondo posto al Pallone d’Oro del 1987. Quell’anno il prestigioso premio andò a Ruud Gullit per un solo voto. Il portoghese ha mosso pesanti accuse nei confronti di Silvio Berlusconi: “Chiesi a Berlusconi come fece a togliermi quel Pallone d’Oro, sono sicuro che ci sia stato il suo zampino… Io però non credo in questi premi e li chiamo “Premi della vergogna”. Modric, ad esempio, non avrebbe mai vinto il Pallone d’Oro se Cristiano Ronaldo fosse rimasto ancora al Real Madrid. CR7 e Messi dovrebbero stare 6-6 in questa speciale classifica”.

LEGGI ANCHE –> L’uomo del giorno – Ruud Gullit, una carriera tra successi e donne. Berlusconi raccontò: “Il suo era così lungo che una volta…”