Ballardini: “Se definiamo Ibrahimovic al Milan un colpo di mercato, allora siamo messi male…”

L'allenatore Davide Ballardini, parlando del colpo Ibrahimovic al Milan, ha lanciato una frecciata all'intera Serie A: "Siamo messi male..."

“Se il colpo di mercato è un giocatore straordinario ma che ha trentotto anni vuol dire che il calcio italiano è messo male”. Sono le parole del tecnico Davide Ballardini a Tuttomercatoweb. L’allenatore, interpellato su fatti di campo e scelte di mercato, in Serie A e per quanto riguarda le ‘big’, ha detto la sua in merito alla decisione del Milan di puntare su Ibrahimovic.

Lo svedese che, tra l’altro, con il suo arrivo ha chiuso lo spazio a Piatek (trasferitosi in Germania), che proprio con Ballardini al Genoa aveva era esploso facendosi conoscere al calcio italiano. “Rimane comunque un attaccante importante – ha detto – ha tutto per essere forte. Vede la porta, fa gol in tutti i modi. Per me è un grande attaccante. Lui ti aiuta, ma deve essere aiutato. Se ci sono le condizioni è un grandissimo attaccante perché ti risolve tanti problemi. Altrimenti da solo fa fatica a sostenere gli altri. Il Milan ha avuto tanti problemi, non poteva risolverli tutti Piatek da solo. Come non li ha risolti da solo al Genoa. Con noi ad inizio anno era sostenuto dalla squadra e ricambiava facendo gol e aiutando i compagni”.