Juventus, Marchisio sponsorizza Icardi: “lo vedrei bene in bianconero”

L'ex centrocampista della Juventus Claudio Marchisio parla del club bianconero. Indicazioni anche di calciomercato su Icardi

In un’intervista a Fanpage.it Claudio Marchisio si è concesso una lunga chiacchierata, dalla ripresa del campionato alla Juventus di Sarri, passando per la sua attività manageriale e gli scenari del prossimo calciomercato.

Marchisio parte sottolineando l’ipocrisia intorno alla ripartenza del calcio, focalizzata “solo sui calciatori, i loro stipendi milionari e le loro vite, […] ma il mondo del calcio è talmente ampio, ci sono talmente tante persone sia all’interno che all’esterno di una società di calcio. Tante persone che lavorano, tante famiglie. – spiega Marchisio – Era giusto non soffermarsi su quello e per fortuna pare che si sia trovata la direzione giusta per ripartire…anche se non sarà lo stesso, così come non è lo stesso in molti settori. – e aggiunge – Non ha quasi senso senza il pubblico, è una cosa irreale, però è giusto ripartire per tutto quanto”.

Sulla dichiarazione di De Rossi che ha detto “Il ruolo di Marchisio era davanti alla difesa, ma lui non lo sapeva”, Marchisio risponde “In realtà non è che non lo sapevo, lo avevo semplicemente perso quel ruolo. Io sono cresciuto nel settore giovanile e i primi anni giocavo proprio in quella posizione lì. Poi ho cambiato anche per l’arrivo di alcuni allenatori”.

Marchisio si sofferma poi sul suo centrocampo della Juventus, con Pirlo, Pogba e Vidal, raccontando “Mi fa un enorme piacere e ho soltanto bellissimi ricordi di quello che abbiamo dato in campo. Non era soltanto il centrocampo che funzionava ma tutta la squadra.Grandi reparti di centrocampo ce ne sono stati, per esempio quello del Milan dove c’era sempre il mio ex compagno Andrea Pirlo, con Gattuso, Seedorf e Kakà”. 

Sulla Juventus di Sarri, e il paragone con il suo Napoli, Marchisio commenta: “Credo che ogni squadra quando cambia l’allenatore propone sempre qualcosa di diverso. […] Credo che l’unico giudizio che si possa dare su Sarri sia quello che sta rispettando gli obiettivi per il quale è stato preso: è in testa alla classifica e si deve giocare la Champions League”.

Su Massimiliano Allegri e le sue esperienze future, spiega “Mi auguro per lui che possa essere all’estero. Ha sicuramente raggiunto l’appeal dei grandi club europei e credo sia stimolante per lui confrontarsi in un campionato che non sia più quello italiano. Potrebbe essere una bellissima sfida e un altro percorso di crescita per lui e per il suo staff”.

Sulla figura di Icardi all’interno del contesto Juventus, l’ex centrocampista racconta “Lo vedrei bene, perché è un grandissimo giocatore che ha ancora grandi margini di crescita. Di certo troverebbe l’ambiente adatto. Bisognerà però vedere come sarà il mercato dopo questo stop. Penso che sarà un’estate intensa per tutti i dirigenti”.

Infine, in riferimento a The Last Dance, gli chiediamo quale grande storia di calcio ti piacerebbe rivivere: “ Uno dei miei più grandi rimpianti è non aver vinto la Champions League e quindi cito il primo ciclo di Marcello Lippi: la Juventus che vince a Roma la Champions League, dopo essere tornata a vincere un campionato dopo un po’ di anni. Mi piacerebbe rivivere quella storia lì, con quello spogliatoio”.

Calciomercato Juventus, nuova strategia del Barcellona per Pjanic. E spunta un dossier di gennaio…