Il ritorno di Allegri, l’amico Galeone stupisce tutti: “Ecco come stavano le cose con l’Inter”. E poi punge Sarri

Galeone parla di Allegri e delle possibilità che l'ex tecnico della Juventus potesse tornare in panchina non meno di qualche settimana fa

Sono molto amici, lo si sa da tempo. Anzi, per Allegri, Galeone è un vero e proprio maestro. L’ex allenatore, nelle interviste che rilascia pubblicamente, parla sempre del tecnico livornese, dei suoi desideri e delle sue scelte, probabilmente confidate. Lo stesso fa ora in un’intervista a Radio Kiss Kiss Napoli in cui rivela le possibilità che l’ex tecnico della Juventus fosse potuto tornare in panchina non meno di qualche settimana fa.

Allegri? Ha fatto palo interno con l’Inter. È stato molto vicino. Poi Conte è ritornato in buoni rapporti con la società, ha avuto dei periodi non facilissimi e dei momenti in cui ha rilasciato dichiarazioni che non dovevano essere rilasciate – ha detto – Eriksen? Con me giocherebbe tutta la vita e penso anche con Allegri. Penso che Conte troverà un sistema per metterlo in squadra. Modificherà il suo sistema di gioco dopo tanti anni che fa l’allenatore”.

“Prima dell’esonero di Sarri c’era già stata la presentazione di Pirlo come allenatore dell’Under 23. Non è mai successa una cosa del genere. Anche Gattuso allenò il Milan Primavera ma non ha mai avuto una presentazione simile. Potrebbe subentrare in corsa Max? La vedo difficile, non è molto portato per queste cose. Se De Laurentiis lo avesse chiamato questa estate, probabile che avrebbe accettato”.

“Sono stranito quando sento un allenatore che fa una valutazione della partita o di una parte della stagione sulla base di dati e statistiche. Una partita non si legge così. Questo spesso lo fa Sarri, e io non ho nulla contro Sarri. Il 78% di possesso palla non è preoccupante, ma è preoccupante il fatto che nel restante 22% di possesso palla avversario subisce un sacco di gol. Questo non è mai successo alla Juventus”.