Bellomo, il caso dell’espulsione: la Procura Figc apre un’inchiesta

La Procura Figc apre un'inchiesta sul cartellino rosso a Nicola Bellomo in occasione di Ternana-Bari

CalcioWeb

La giornata nel campionato di Serie B è stata sconvolta dal caso dell’espulsione di Nicola Bellomo in occasione della partita di ritorno dei playout tra Ternana e Bari. La sfida si è conclusa sul risultato di 0-3 e ha sancito la retrocessione dei rossoverdi ma la gara è salita alla ribalta per il cartellino rosso sventolato all’ex Reggina.

Il calciatore è stato espulso al 78′ dalla panchina per un battibecco con un raccattapalle e il motivo di discussione riguarda alcune ‘puntate’ di scommesse proprio sull’espulsione del calciatore del Bari, pagato 24 volte la posta.

L’indagine

La procura della Figc vuole vederci chiaro e il procuratore Giuseppe Chiné ha aperto un’indagine sull’episodio. L’espulsione è stata considerata anomala perché arrivata a risultato acquisito (pugliesi in vantaggio 3-0) e perché il calciatore si è fatto cacciare non essendo nemmeno in campo, ma in panchina. Poi le verifiche sulle scommesse hanno alimentato i sospetti.

Condividi