Juve, che confusione: Bonucci “la spara”, Pjanic lo “smaschera”

Confusione tra i calciatori della Juventus anche nel post-partita. Bonucci parla dello scudetto, ma Pjanic "lo smaschera"

Arrivano le dichiarazioni post Juve-Lione, con i calciatori bianconeri delusi per l’uscita prematura dalla competizione tanto agognata. In particolare, botta e risposta a distanza tra Bonucci e Pjanic sugli obiettivi della squadra, con i due calciatori con vedute diverse. Il difensore ha dichiarato a ‘Sky’: “C’è delusione, è ovvio. Loro ci aspettavano tutti dietro la linea della palla, dopo il rigore subito siamo stati bravi a crederci ma il calcio è così, stasera abbiamo dato tutto quello che potevamo. Peccato. Nella gara d’andata dovevamo fare meglio, soprattutto nel primo tempo. Stasera abbiamo dato tutto. Ci siamo ritrovati a giocare tutto a luglio e ad agosto, l’obiettivo principale era il campionato e l’abbiamo vinto“.

Il centrocampista bosniaco non la pensa allo stesso modo: “Sicuramente una grande delusione per noi, ci tenevamo veramente a continuare questa competizione – ha detto Pjanic a ‘Sky’ –. Una grande delusione per noi, è difficile accettarlo sicuramente, anche Leo ha parlato prima, per non sminuire il nono scudetto sicuramente, ma questo club può e deve ambire a molto di più perché gli anni passati abbiamo dimostrato di più. io mi auguro e spero che possa fare di più, ma non ho dubbi, perché so come è costruito qua dentro, che mentalità c’è. In questo passaggio del turno ci costa la gara d’andata, in cui non abbiamo fatto bene, e alla fine in Champions su due partite non siamo riusciti a battere il Lione che deve essere alla nostra portata. Speravo e volevo giocare di più, poi le scelte si accettano. Per il modo di giocare del mister, pensando al suo Napoli, tutti erano coinvolti nel suo modo di giocare. Mentre quest’anno abbiamo avuto delle difficoltà, l’abbiamo visto. Abbiamo giocato un calcio diverso ma questo non sono io che lo dico: penso che ci voglia tempo”.

Poi ha parlato anche un monumento della Juve come Gigi Buffon: “Abbiamo creato occasioni da gol e sul 2-1 credevamo nell’impresa, perché sotto 0-1 non era affatto facile fare 3 gol. Non siamo arrivati dove pensavamo e dove volevamo, chiaramente c’è tanta amarezza in ognuno di noi, perché bene o male quando si parte con questa competizione l’idea è quella di sognare con i piedi per terra per arrivare dove non siamo arrivati in questi ultimi anni. Merito anche al Lione. In Europa ti devi confrontare con avversari di immenso valore e non è facile”.

Juventus-Lione 2-1, le pagelle di CalcioWeb: Ronaldo come Copperfield, Bernardeschi smemorato di Collegno [FOTO]

Rigore Juventus-Lione, proteste furiose dei bianconeri: perché l’arbitro ha fischiato? [VIDEO]

Un arbitro inadeguato condanna la Juventus: non basta la vittoria contro il Lione, bianconeri eliminati [FOTO]

Gol Cristiano Ronaldo, rete pazzesca del portoghese contro il Lione [VIDEO]

Juve-Lione, clamoroso errore di Bernardeschi: dribbla mezza difesa avversaria e poi si addormenta [VIDEO]