Botta e risposta Salvini-Suso, polemiche inutili: come i social aiutano a gettare benzina sul fuoco

Nelle ultime ore botta e risposta tra Salvini e Suso, come è cambiata la comunicazione

Il Milan di certo non sta attraversando un buon momento, il club rossonero sta lottando per la salvezza, sicuramente un obiettivo inaspettato per la storia del club, se poi aggiungiamo delle polemiche inutili la stagione rischia di complicarsi tremendamente. Nelle ultime ore ha fatto discutere l’ennesimo commento di Matteo Salvini, bravo come pochi e gettare benzina sul fuoco. Tutto è nato da un post del Milan che ha deciso di fare gli auguri al suo calciatore Suso, a quel punto Salvini ha deciso di intromettersi con una battuta fuori luogo soprattutto per il ruolo che ricopre: “Auguri! Nella speranza che Babbo Natale ti porti un po’ di velocità, di grinta e di voglia di giocare”. Non si fa attendere la risposta dello spagnolo: “Grazie. Nella speranza che Babbo Natale ti porti un po’ di velocità, di grinta e di voglia di amministrare meglio, molto meglio, un paese che amo”. Fuori luogo il messaggio di Salvini, legittima la risposta di Suso.

Nel corso del tempo la comunicazione legata al mondo del calcio è completamente cambiata. Una volta lo strumento principale per informare sulle sorti delle squadre erano i canali ufficiali del club, adesso tutti possono esprimere un parere attraverso i social. Tutto giusto per carità ma alcune volte si creano polemiche inutili fuori luogo con il solo intento di gettare benzina sul fuoco. Soprattutto quando a parlare (questa volta a scrivere) sono personaggi pubblici e di un certo rilievo anche dal punto di vista comunicativo. Tutti ‘colpevoli’ dunque, con una leggera attenuante per il calciatore del Milan che si è trovato in causa senza alcun apparente motivo. O forse uno sì, quello di essere uno dei responsabili del momento negativo della squadra.