Inter, Vieri non dimentica: “il 5 maggio la partita che ha fatto più male…”

L'ex attaccante Bobo Vieri parla del passato e della sconfitta più difficile da superare

L’ex attaccante Bobo Vieri si gode la famiglia, continua la relazione con la campagna Costanza Caracciolo da cui è nata una bambina, l’ex Inter è stato uno degli attaccanti italiani più forti, tante gioie ma anche qualche dolore, ecco le dichiarazioni ai microfoni di DAZN: “Tutte le partite erano delle battaglie, quindi ci volevano sempre i guantoni. Una in particolare non ce l’ho in questo momento, ma abbiamo fatto tante battaglie. Non usavo i guanti, ma i gomiti, fare il calciatore è bello. Vinci e perdi, fa parte del gioco. È un mestiere che tutti vogliono fare, è bello, è seguito. Sei davanti a 80 mila e non c’è nessun motivo per buttare la spugna, mai. Il ko che mi ha fatto più male? Probabilmente il 5 maggio. Quando abbiamo perso lo scudetto all’ultima giornata, penso sia il colpo più forte”.