Supercoppa Juve-Milan, Davids: “ai bianconeri non può bastare solo il campionato”

“Non ho visto la finale ieri, pero’ penso che quella della Juventus sia stata una bella vittoria. I bianconeri possono vincere ancora quest’anno il campionato anche se a loro non puo’ bastare. Loro stanno facendo una cosa incredibile, nella storia italiana non e’ mai successo che un club vincesse cosi’ tanti scudetti di seguito”. Sono le parole  dell’ex centrocampista juventino Edgar Davids ospite quest’oggi alla rassegna di moda ‘Pitti bimbo’, in corso di svolgimento a Firenze. “A me Gattuso come tecnico piace tantissimo. Quando tu devi giocare con uno che e’ nella tua squadra che da’ sempre il 120%, come era Gattuso, e’ un piacere farlo. Lui vuole sempre vincere e da’ sempre l’anima per farlo. Sono contento perche’ al Milan sta facendo bene, peccato per la la Supercoppa. Piatek? Non lo conosco. Al Milan ci sono Gattuso, Maldini e Leonardo e loro sapranno valutare quali giocatori sono da Milan e quale no. Io tifo perche’ il Milan vada bene perche’ a prescindere da quel che sta facendo la Juventus, e’ sempre bello per l’Italia quando ci sono tante squadre che possono lottare per lo scudetto. La Juventus puo’ vincere la Champions League anche se la bellezza di questa coppa e’ che in tanti la possono vincere. Con Cristiano Ronaldo ovviamente i bianconeri hanno qualche chance in piu'”.

“Higuain? A me piace perche’ penso che lui abbia fatto grandi cose al Napoli ed alla Juve. Speravo che facesse bene pure al Milan. Quando e’ andato via dalla Juve avevo un po’ di paura perche’ pensavo che i bianconeri avessero perso un grande giocatore. Penso che possa ancora migliorare. Chi mi somiglia? Matuidi mi piace molto, mi sembra cresciuto dopo il Mondiale. Ha iniziato a fare cose che non pensavo potesse fare, puo’ ancora migliorare”. Sui cori razzisti: “Non capisco perche’ accadono certe cose. Penso che i club dovrebbero parlare con i propri tifosi perche’ questo non e’ un comportamento giusto, non ne abbiamo bisogno nel calcio perche’ certe cose sono bruttissime. Siamo nel 2019 e non ci si puo’ piu’ comportare cosi’. In Italia sono stato piu’ di dieci anni, mi sono trovato molto bene, per me questa e’ una seconda casa, e penso che non ci siano tanti razzisti qui. Penso che siano un piccolo gruppo e devono smettere con certi atteggiamenti”.

SCARICA GRATIS L’APP DI CALCIOWEB PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO IN TEMPO REALE

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE SU CALCIOWEB