Parma-Verona, Juric trascinatore: D’Aversa rammaricato

Parma-Verona, le dichiarazioni del primo match valido per la 10^ giornata del campionato di Serie A

“E’ stata una partita difficile, ce ne sono state altre in precedenza in cui forse meritavamo di piu’ rispetto a stasera. Il Parma ha creato tanto, ma i miei ragazzi sono stati bravissimi in tante cose e questa vittoria e’ il giusto premio per noi”. Sono le dichiarazioni di Ivan Juric al termine di Parma-Verona 0-1. “I tre dietro lavorano bene insieme ai quinti, tutta la squadra cerca di stare compatta e concentrata sui particolari. Finalmente ha segnato Lazovic, ha giocato bene e non era riuscito a finalizzare. Amrabat? E’ un giocatore che sta facendo molto bene, l’unico problema sono i lunghi viaggi che fa con la nazionale del Marocco – aggiunge il tecnico croato ai microfoni di Dazn – ma finche’ sta cosi’ bene gioca, niente riposo per lui. Sono contento per Faraoni perche’ fino a ora non ha fatto bene in Serie A, puo’ crescere tanto adesso”. 

“Analizzando i numeri i miei ragazzi non avrebbero meritato la sconfitta. Il rammarico principale e’ che con una buona prestazione si portano zero punti a casa. Abbiamo creato diverse situazioni e concesso poco, loro stasera hanno evidentemente raccolto quanto fatto nelle scorse partite”. Queste le parole dell’allenatore del Parma Roberto D’Aversa. “E’ mancata un po’ di brillantezza fisica nella fase iniziale – spiega l’allenatore degli emiliani ai microfoni di Dazn – Ci e’ stato concesso un giorno in meno per riposare, ma non e’ un alibi. Abbiamo finito in crescendo, la differenza l’hanno fatta i primi minuti. Stasera nessun attaccante di ruolo, appena due cambi in panchina: e’ questo quello che intendo quando parlo di rosa corta. Kulusevski nasce come trequartista, sfrutta bene le sue caratteristiche al centro. Non e’ una prima punta ma sa lavorare la palla, stasera poteva far meglio per le qualita’ che ha”.