Yildiz lo premia, Vlahovic lo toglie dai guai: la Juve batte il Frosinone e Allegri se la ride

Yildiz e Vlahovic decidono Frosinone-Juventus: le scelte di Allegri, seppur controverse, funzionano e portano 3 punti

CalcioWeb

Frosinone-Juventus, formazioni ufficiali: fuori Vlahovic, dentro Yildiz. Il bomber contestato, in difficoltà, insoddisfatto, forse distratto dalle voci di mercato che lo vogliono diretto in Premier League a giugno se non già a gennaio, si accomoda in panchina nonostante l’assenza di Chiesa e Kean. Gioca Milik, attaccante di scorta, ma al suo fianco Allegri preferisce Kenan Yildiz, giovane già nel mirino di qualche big europea, ma pur sempre un primavera.

Yldiz segna, Vlahovic lo toglie dai guai

Dopo 12 minuti di gioco la Juventus passa subito in vantaggio. Chi segna? Yildiz. L’intuizione del tecnico bianconero funziona. Poi è la solita Juve. Fallisce le poche occasioni di raddoppio, il Frosinone prende campo e coraggio, schiaccia i bianconeri e trova il pari con Baez. Serve la scossa dalla panchina. Chi entra? Vlahovic. Sì, quello contestato, in difficoltà, insoddisfatto, forse distratto dalle voci di mercato. Alla prima occasione spara addosso a Turati. Alla seconda insacca di testa l’1-2 che vale 3 punti pesanti. E Allegri, sotto sotto, se la ride: l’ultima risata è sempre la sua.

Classifica

  1. Inter 41
  2. Juventus 40
  3. Milan 33
  4. Fiorentina 30
  5. Bologna 28
  6. Napoli 28
  7. Atalanta 26
  8. Roma 25
  9. Lazio 24
  10. Torino 23
  11. Monza 21
  12. Lecce 20
  13. Frosinone 19
  14. Genoa 19
  15. Sassuolo 16
  16. Cagliari 13
  17. Udinese 13
  18. Empoli 12
  19. Verona 11
  20. Salernitana 9
Condividi